Ambasciate e numeri utili

Bookmark and Share

È doveroso ricordare che si è soggetti alle leggi del paese che ospitante. Per questa motivazione, l'ambasciata non può fare molto se si finisce in prigione per aver commesso un reato, anche se tale azione è legale nel paese di provenienza.
Se, per esempio, si necessita il rientro immediato d'urgenza, è molto improbabile che si riesca a ottenere in biglietto gratuito, in quanto l'ambasciata dà per scontato che il turista abbia precedentemente stipulato un'assicurazione sanitaria che copra i costi relativi alla risoluzione di questo tipo di problematiche.
Se vengono rubati denaro e documenti, la rappresentanza estera italiana può aiutare il turista ad ottenere un nuovo passaporto, ma è fuori discussione che questa conceda un prestito per proseguire il viaggio.
L'Ecuador ha rappresentanze diplomatiche in numerose nazioni del mondo; la sede dell'ambasciata dell'Ecuador in Italia è a Roma (Via G. d'Arezzo, 14; tel. 06/8541784 -  fax 06/8535443).
Molte nazioni hanno ambasciate a Quito e consolati sia a Quito che e Guayaquil. È buona consuetudine farsi registrare all'arrivo in Ecuador presso l'ambasciata del proprio paese, soprattutto se si ha intenzione di restare per lungo tempo in Ecuador. In genere questi uffici hanno orari d'apertura ridotti, quindi è meglio telefonare prima per sapere quando sono aperti o se hanno cambiato indirizzo di recente.
A QUITO, come già detto, si trovano sia ambasciate che consolati; qui è presente l'ambasciata d'Italia ( Calle La Isla, 111 y Humberto Albornoz; tel. 005932 2561077 / 2561074; fax 005932 2502818; homepage: www.ambquito.esteri.it; e-mail: ambital@ambitalquito.org).
Anche GUAYAQUIL ospita numerosi consolati. Quello italiano è situato nell'edificio "Banco La Previsora"  (9 de Octubre y Malecon; tel. 005934 2381661; fax.  005934 2382165)